Chi sono

Da sempre ho espresso grande attenzione e curiosità alle tematiche del senso e del significato, della nascita e della morte, del percorso evolutivo dell’uomo nelle varie fasi della vita. Dopo il liceo classico mi sono iscritta alla Facoltà di Psicologia a Parma e subito dopo la laurea ho iniziato a lavorare nell’ambito delle cure palliative, dedicate al sostegno e all’accompagnamento delle persone che vivono il delicato momento della progressione di malattia e anche della propria morte.

Il mio lavoro mi ha dato l’opportunità di comprendere quanto sia importante cercare di andare al di là della sofferenza, di qualunque natura sia, senza sminuire il dolore facendo finta che non esista o che si possa affrontare come se niente fosse, ma provando a trasformarlo, per costruire un possibile significato che può portare nella vita.

Nella mia formazione come psicoterapeuta ho scelto una scuola di specialità quadriennale ad indirizzo cognitivo-costruttivista presso la sede di Bologna. Tale approccio valorizza in particolare i significati che le persone danno agli eventi di vita, sostenendole verso una maggiore comprensione di come pensano, sentono e agiscono.

Per approfondire:

Successivamente ho seguito vari corsi di alto perfezionamento sulla psicologia ospedaliera, sulla psico-oncologia, sul lutto naturale e traumatico, svolgendo alcune esperienze all’estero. In particolare ho frequentato un tirocinio presso il St Christopher’s Hospice di Londra, il primo Hospice del mondo dove sono state fondate le cure palliative, e un workshop sulla ‘Dignity Therapy’ presso l’Università del Manitoba – Winnipeg, in Canada, con l’obiettivo di acquisire conoscenze per sostenere le persone e le famiglie nel percorso di malattia, valorizzando la loro dignità. Ho infine ottenuto un master di I livello in Cure Palliative presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e continuo tutt’ora a frequentare corsi annuali inerenti il mio lavoro, collaborando con alcune società scientifiche sia nazionali che internazionali.

Un’altra tappa importante della mia formazione come psicoterapeuta è legata al percorso di meditazione che ho intrapreso nel 2011, divenendo insegnante dopo aver frequentato diversi corsi e la scuola triennale Energheia, a Modena.

Negli ultimi anni ho approfondito l’uso della fotografia a sostegno di una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie emozioni. Sono  iscritta al corso intensivo semestrale di fototerapia psicocorporea presso l’Istituto di Fototerapia Psicocorporea di Bologna, esperienza che mi sta donando strumenti di confronto con me stessa e la mia storia, attraverso l’analisi delle immagini e delle fotografie. Utilizzo la fotografia all’interno dei percorso di psicoterapia che propongo. Ho ideato un Laboratorio fotografico sull’esperienza della malattia oncologica assieme al fotografo Luigi Ottani che è stato ospitato dalla Fotografia Europea di Reggio Emilia e presentato in diverse sedi dell’Emilia Romagna attraverso una mostra fotografica.

Attualmente collaboro come libera professionista con l’Unità di Psico-Oncologia, Azienda USL-IRCSS di Reggio Emilia, dove svolgo attività di clinica con pazienti e famigliari, di formazione per gli operatori e di ricerca sui temi della dignità, della speranza, della consapevolezza di sé nella relazione di cura, utilizzando anche lo strumento della meditazione.

Svolgo la mia libera professione con adolescenti e adulti presso:

Studio Oltre salute, via Emilia Est 18/1, Modena, spazio dedicato al benessere psico-fisico attraverso il lavoro integrato di diverse professionalità.